Luca Valotta

V D
Vincitori del canale B (lingua straniera), 2001

Torna alla scheda della scuola
Traccia:
“L’idea del metodo che contenga principi certi, immutabili e assolutamente vincolanti come guida dell’attività scientifica si imbatte in difficoltà considerevoli quando viene messa a confronto con i risultati della ricerca storica….Al contrario vediamo che tali violazioni sono necessarie per il progresso scientifico. In effetti uno dei caratteri che più colpiscono delle recenti discussioni sulla storia e la filosofia della scienza è come l’invenzione dell’atomismo nell’antichità, la rivoluzione copernicana, l’avvento della teoria atomica moderna (….)il graduale emergere della teoria ondulatoria della luce si verificarono solo perché alcuni pensatori decisero di non lasciarsi vincolare da certe metodologie ovvie o perché involontariamente le violarono.” (P. Feyerabend, Contro il metodo) Se la filosofia moderna con Galilei, Bacone e Cartesio si era sviluppata attorno al problema del metodo, l’epistemologia contemporanea contesta l’immagine oggettiva del sapere scientifico propone una concezione più storica ed evolutiva del sapere con un chiaro primato della teoria , evidenziando come la scienza sia intessuta di teorie e debitrice del nostro apparato categoriale in modo che più che su solida roccia l’edificio della scienza è costruito su palafitte.